camminare OUTDOOR PORTO MAURIZIO TREKKING  RIVIERA DEI FIORI  COLORI

liguria,  PROVINCIA DI IMPERIA BORGHI CITTA’ itinerari IMPERIA ESCURSIONISMO.

 

Imperia nasce dalla fusione di due nuclei cittadini storicamente e geograficamente distinti, Oneglia e Porto Maurizio, uniti nel 1923 da un decreto reale di Vittorio Emanuele III. Propongo una piacevole camminata nell’antico borgo fortificato di Porto Maurizio, posto in posizione dominante su un colle affacciato direttamente sul mare, un dedalo di stretti carruggi e stradine tortuose, tutte in salita, che si aprono d’improvviso in spettacolari viste sulla costa


Descrizione

Dalla stazione di Imperia/Porto Maurizio si sale lungo Via Angelo Siffredi, convergendo in Viale Giacomo Matteotti che, in direzione ponente, si abbandona dopo un centinaio di metri per Via Felice Cascione (dx) e Via San Maurizio (sx). Giunti in Piazza del Duomo la quinta è dominata dalla facciata neoclassica della Cattedrale, tanto imponente e smisurata – rispetto all’abitato circostante che degrada al mare – dall’essere facilmente riconoscibile anche da lontano.


Per ricevere gratuitamente la descrizione completa del percorso scrivi a enrico.bottino@libero.it specificando il nome dell’itinerario. è possibile richiederne 3 al mese.


La Collegiata di San Maurizio, uno degli edifici religiosi più imponenti della Liguria, se non il più grande, venne eretta tra il 1781 e il 1838; pertanto l’articolazione spaziale e volumetrica dell’interno è soprattutto barocca, a pianta centrale. Sempre in Piazza del Duomo si affaccia un palazzo ottocentesco che ospita il Museo Navale Internazionale, in attesa della definitiva collocazione nelle palazzine dei Docks e Deposito Franco della banchina del porto di Porto Maurizio; nell’attuale sede del Museo (Tel. 0183.651541), si contano 14 sezioni dedicate ad ogni aspetto della vita sul mare, dalla Cartografia alla Cantieristica, dalla Strumentazione alla Modellistica, dalla Navigazione a Vela a quella a Vapore, oltre alla più grande Biblioteca storico-tecnica marittima d’Italia, con oltre 115000 volumi a disposizione di studiosi, studenti, ricercatori, storici e appassionati. Dalla piazza ci si avvia nel centro storico, lasciandosi guidare dall’istinto e dagli effimeri spazi di vicoli stretti tra case, palazzi, chiese e oratori. Volendo intraprendere un percorso circolare, o quasi, si può prendere la strada che si porta in alto, alla destra del Duomo (Via Porta Nuova) per poi immettersi in Via Domenico Acquarone (dx), stretta tra alti palazzi dai portali in pietra nera, fino ad un esiguo spiazzo da dove si dipanano diverse viuzze: a sinistra un tipico carruggio coperto (Via Zara) sbuca in Via Achille Vianelli, sulla destra invece si stacca Via San Leonardo, coinvolta nel seguito dell’itinerario urbano; al centro Salita Chiesa Vecchia che permette di raggiungere una piazzetta a quota superiore, dove si trova il Palazzo Guarnieri e il quattrocentesco Palazzo Lercari-Pagliari, caratterizzato quest’ultimo da una loggia medievale ad archi gotici. Salendo ancora per Via Pagliari s’incontrano i ruderi dell’originaria Chiesa di San Maurizio e Piazza Chiesa Vecchia, suggestivo balcone panoramico sul mare. Traversata Piazza Parasio, sulla quale parano alcune interessanti facciate, si percorre una viuzza che scende, tramite scalette, nel punto dove Via S. Leonardo segue a Via Achille Vianelli; si osservi il sottostante Oratorio di San Leonardo, del 1612, con un ricco interno. Scendendo ora lungo Salita S. Pietro si giunge ad uno slargo aperto sul mare: a destra si osserva la facciata barocca dell’Oratorio di San Pietro, non prima però di aver girato a sinistra per godere degli incantevoli scorci sul golfo, offerti dalle alte arcate (con effetti chiaroscurali) del bellissimo loggiato del Convento di Santa Chiara, risalente al XV secolo. Sovrastando l’antica cinta muraria si torna all’Oratorio di San Pietro, il più antico edificio religioso della città, e si percorre uno dei tanti vicoli stretti e scoscesi (Via del Monastero), che caratterizzano fortemente il tessuto abitato del Parasio. Grazie a Via Carlo Botta, si ritorna su Via S. Leonardo. Allineati sul lato a valle della strada, dedicata al Santo al quale si deve l’istituzione della Via Crucis, si affacciano residenze del ‘600 e ‘700, un tempo dimora di illustri famiglie, come Palazzo Marini, P. Acquarone, P. Gastaldi-Lavagna, P. Littardi e Bensa.

Via S. Leonardo, dominata sul lato a monte dalla cerchia muraria, si ricongiunge allo slargo incontrato inizialmente: a questo punto si percorre il carruggio di Via Zara e, oltrepassate le volte medioevali, ci s’immette su Via Fossi, portandosi alle spalle del Duomo (Via Cantone). Otre Via Elia Benza si percorre nuovamente Via San Maurizio e, incrociata Via Felice Cascione, si attraversa un viale dove si fronteggiano filari di palme (Via Venti Settembre), fino a scendere lungo Salita della SS. Annunziata (dx). A questo punto si ritorna alla stazione grazie a Via Angelo Siffredi. Testo e Foto © Enrico Bottino

trekking Imperia Porto Maurizio

Copyright 2010 © Creatività Enrico Bottino - Tutti i diritti riservati - All rights reserved

Trekking_in_Liguria_Home_page.html
ITINERARI_TREKKING_LIGURIA.html
BORGHI_LIGURIA_TREKKING.html

HOMETrekking_in_Liguria_Home_page.htmlTrekking_in_Liguria_Home_page.htmlshapeimage_4_link_0

ITINERARIITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlshapeimage_5_link_0

LIGURIAVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_6_link_0
BORGHI BORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlBORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_7_link_0

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/enrico_bottino_Photo_LIGURIA.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_8_link_0
PHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.html
http://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.html

IMMAGINIPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_11_link_0

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_12_link_0
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguria
NEWSLETTERmailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguriamailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_14_link_0
MONTI 
LIGURIALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlshapeimage_15_link_0shapeimage_15_link_1
AVALTA_VIA_MONTI_LIGURI.html
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Contatti%20con%20Trekking%20in%20Liguria

CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_18_link_0

PROVINCIA: IMPERIA

AMBITO TERRITORIALE: IMPERIA

LOCALITA’ DI PARTENZA: Porto Maurizio

LOCALITA’ DI ARRIVO: Oneglia

DIFFICOLTÀ:  T

DISLIVELLO: trascurabile

TEMPO DI PERCORRENZA:  2 ore

PERIODO CONSIGLIATO:  tutto l’anno

ADATTO A FAMIGLIE E BAMBINI

Escursione Porto Maurizio

TREKKING IN LIGURIA

COME ARRIVARE 

Autostrada A12, uscita Genova Est. La vicinanza con la città permette all’escursionista un facile accesso al Parco Urbano delle Mura attraverso l’automobile oppure grazie alla corriera autolinea AMT n. 64 (P.za Manin - Righi) e la funicolare da Largo Zecca (piazza dell’Annunziata). Inoltre il versante orientale del Parco, sopra alla val Bisagno, è costeggiato dai binari dalla ferrovia Genova- Casella, mezzo di accesso privilegiato per il trekking “La via dei forti”.