camminare OUTDOOR RIVIERA DEI FIORI TREKKING  SANREMO CENTRO STORICO

liguria,  PROVINCIA DI IMPERIA LA PIGNA CARUGGI ESCURSIONISMO

 

L’itinerario svela l’anima storica della città, splendidamente interpretata dalla Pigna, quartiere medioevale da scoprire tra effimere piazze tipicamente irregolari, lungo stretti carruggi che in ripida salita, incuneandosi tra le case, si portano al culmine della collina sovrastata dal Santuario della Madonna della Costa.


Da Piazza Eroi, percorrendo Salita San Siro si giunge rapidamente nella piazza omonima dove si eleva la concattedrale in stile romanico-gotico, del XIII secolo, custode di opere di rilevante valore artistico e religioso. Accanto al principale edificio sacro di Sanremo, custode peraltro del miracoloso “crocifisso nero”, portato in processione dalla comunità sanremese nelle condizioni avverse, sorge il Battistero di San Giovanni, risalente al periodo barocco.


Per ricevere gratuitamente la descrizione completa del percorso scrivi a enrico.bottino@libero.it specificando il nome dell’itinerario.  è possibile richiederne 3 al mese.


Tornati sui propri passi si traversa la piazza, sede del mercato ortofrutticolo, lanciando un’occhiata fuggevole

alla massiccia Torre della Ciapela, cardine delle mura cinquecentesche che difendevano l’estremo vertice occidentale della cittadina. L’itinerario s’incunea tra le case che avvolgono a grappolo la collina della Pigna, salendo lungo Via Giordano Bruno e, poco dopo, girando a destra verso Via Morardo, imboccando infine Via Palma (sx). Infilandosi ora a destra, in Via del Pretorio, ci si trova nel cuore del borgo medioevale. Si passa sotto alle volte e agli archi posti tra le abitazioni, a mutua resistenza, accarezzando muri in pietra e lasciandosi alle spalle porte, portali, colonne, torri, camminando nel cuore stesso del borgo, percependo così questa sua disposizione ad anelli concentrici che lo rendeva facilmente difendibile dagli attacchi dei saraceni. In ripida salita si percorre le Rivolte San Sebastiano, passaggi coperti e alti gradini, sconnessi, che conducono in Piazza dell'Oratorio dei Dolori. Costeggiata Via Spinola si guadagna Piazza San Costanzo e l’omonimo Oratorio, probabilmente il più antico tempio di Sanremo. Una volta imboccata Via Tapoletti s’intravede alfine un po’ di verde: quello dei Giardini di Regina Elena, posti appena al di sotto della scenografica salita al Santuario della Madonna della Costa, caratterizzata da aiuole e terrapieni alberati a palmeto. Percorso il viale di accesso al Santuario, lungo il selciato decorato da ciottoli di mare rigorosamente bianchi e neri, si guadagna il belvedere sommitale e con esso l’ampio panorama che “fugge” dal golfo di Sanremo all’entroterra dove spicca l’area protetta di Monte Bignone. A questo punto, fiancheggiando il Santuario, si scende in Via Galilei e, imboccando poco dopo Via Rocca, si perviene alla vecchia cinta muraria dove si apre Porta di San Giuseppe (a sinistra una fontana riproduce il simbolo del centro storico). Varcate le mura si percorre nuovamente Via Palma lasciandosi sulla destra la secentesca Chiesa di San Giuseppe; lungo la strada principale del borgo, si trova Casa Manara (n. 21), che nel 1538 ebbe l’onore di ospitare papa Paolo III. Via Palma si abbandona una volta che sulla destra si stacca in discesa Via Montà (al n. 18 soggiornò Napoleone Bonaparte), fino a confluire in Piazza Eroi Sanremesi.


Testo e Foto © Enrico Bottino

L’Itinerario

Copyright 2010 © Creatività Enrico Bottino - Tutti i diritti riservati - All rights reserved


FOTO
ITINERARIO
Escursione_Pigna_-_Sanremo_foto.htmlEscursione_Pigna_-_Sanremo_foto.htmlFoto_Liguria_-_Monte_Gottero.htmlshapeimage_3_link_0shapeimage_3_link_1
https://youtu.be/fd1cuwJkYqk

MAPPAEscursione_Monte_Gottero_GPS.htmlEscursione_Monte_Gottero_GPS.htmlshapeimage_5_link_0

PROVINCIA: IMPERIA

AMBITO TERRITORIALE: RIVIERA DEI FIORI

LOCALITA’ DI PARTENZA: Sanremo (15 m)

LOCALITA’ DI ARRIVO: Sanremo (15 m)

DIFFICOLTÀ:  T

DISLIVELLO: + - 200 metri

TEMPO DI PERCORRENZA:  3 ore

PERIODO CONSIGLIATO:  tutto l’anno

ADATTO A FAMIGLIE E BAMBINI

Escursione La Pigna di Sanremo

TREKKING IN LIGURIA

COME ARRIVARE 

Autostrada dei Fiori A10, uscita Arma di Taggia o Sanremo. In treno FS Genova-Savona-Marsiglia, staz. Sanremo.

trekking Pigna - Sanremo

ITINERARI_TREKKING_LIGURIA.html
BORGHI_LIGURIA_TREKKING.html

ITINERARIITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlshapeimage_15_link_0

LIGURIAVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_16_link_0
BORGHI BORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlBORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_17_link_0
MONTI 
LIGURIALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlshapeimage_18_link_0shapeimage_18_link_1
AVALTA_VIA_MONTI_LIGURI.html
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Contatti%20con%20Trekking%20in%20Liguria

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/enrico_bottino_Photo_LIGURIA.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_21_link_0

CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_22_link_0
PHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.html
http://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.html

IMMAGINIPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_25_link_0

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_26_link_0
Trekking_in_Liguria_Home_page.html

HOMETrekking_in_Liguria_Home_page.htmlTrekking_in_Liguria_Home_page.htmlshapeimage_28_link_0
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguria
NEWSLETTERmailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguriamailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_30_link_0

IN VETRINA: VILLA HAMBURY E BALZI ROSSI

Nella Riviera Ligure di Ponente, a Mortola di Ventimiglia, Sir.Thomas Hanbury diede vita ad un giardino botanico di valore eccezionale, oggi divenuto un’eccezionale attrazione turistica. Piante esotiche provenienti da ogni parte del mondo si sono perfettamente adattate al clima della Riviera, integrandosi con le specie mediterranee. Vicino al confine con la Francia sono stati invece rinvenuti nel corso degli anni resti paleontologici risalenti ad un periodo in cui queste aree erano abitate dalla specie Homo erectus e l’Homo sapiens di Neandertal. È però l’Homo di Cro-Magnon ad aver lasciato il maggior numero di tracce di se nelle grotte dei Balzi Rossi.