camminare OUTDOOR ANTOLA TREKKING  ESCURSIONISMO   VALLE TREBBIA

liguria,  PROVINCIA DI GENOVA    PIAN DELLA CAVELLA NARCISI SENTIERO

 

Sii percorre la Statale 45 della Val Trebbia. Nel tratto compreso fra Isola e Gorreto, si prende la strada che varca il fiume in direzione nord e risale seguendo le indicazioni per Fontanarossa. Dalla piazza della chiesa del piccolo paesino si imbocca una stradina in salita che procede in direzione sud. 


Per ricevere gratuitamente la descrizione completa del percorso scrivi a enrico.bottino@libero.it specificando il nome dell’itinerario. è possibile richiederne 3 al mese.




Lasciatesi alle spalle le ultime case del paese, la strada diviene sterrata e prosegue all’ombra del bosco costituito prevalentemente da piante di faggio. Salendo tra alberi e arbusti si raggiunge una zona prativa e poi si prosegue in piano verso ponente, in vista del Monte Carmo e del Monte Olfeo. L’itinerario rientra ancora una volta nel bosco, giungendo rapidamente ad un incrocio di quattro strade, dove si continua diritti, percorrendo la mulattiera che sale in traverso tra grandi faggi. Dopo poche centinaia di metri una traccia sulla sinistra ci porta ad abbandonare la mulattiera segnalata. Salendo sempre nella bella faggeta si raggiungono finalmente gli ampi prati del Pian della Cavalla, meritato punto di sosta e per uno spuntino ristoratore. Riprendiamo ora il cammino piegando verso sinistra, per guadagnare in breve lo spartiacque fra Terenzone e Cassingheno. Seguendo il crinale erboso in direzione sud-est si supera una vecchia teleferica, poi si sale per prati tra gruppetti di faggi fino alla sommità panoramica del Monte della Cavalla (1327 m).



Testo e Foto © Enrico Bottino

trekking Pian della Cavalla

Copyright 2010 © Creatività Enrico Bottino - Tutti i diritti riservati - All rights reserved

PROVINCIA: GENOVA

AMBITO TERRITORIALE: VALLE TREBBIA

LOCALITA’ DI PARTENZA: Fontanarossa

LOCALITA’ DI ARRIVO: Monte Cavalla

CARTOGRAFIA: Edizione del Magistero – GE nr 6 scala 1:25.000

DIFFICOLTÀ:  T

DISLIVELLO:

TEMPO DI PERCORRENZA:  1.30 ore

PERIODO CONSIGLIATO:  maggio

ADATTO A FAMIGLIE E BAMBINI

Escursione Pian della Cavalla

TREKKING IN LIGURIA

COME ARRIVARE 

Autostrada A12, uscita Genova Est. La vicinanza con la città permette all’escursionista un facile accesso al Parco Urbano delle Mura attraverso l’automobile oppure grazie alla corriera autolinea AMT n. 64 (P.za Manin - Righi) e la funicolare da Largo Zecca (piazza dell’Annunziata). Inoltre il versante orientale del Parco, sopra alla val Bisagno, è costeggiato dai binari dalla ferrovia Genova- Casella, mezzo di accesso privilegiato per il trekking “La via dei forti”.

Trekking_in_Liguria_Home_page.html
ITINERARI_TREKKING_LIGURIA.html
BORGHI_LIGURIA_TREKKING.html

HOMETrekking_in_Liguria_Home_page.htmlTrekking_in_Liguria_Home_page.htmlshapeimage_18_link_0

ITINERARIITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlITINERARI_TREKKING_LIGURIA.htmlshapeimage_19_link_0

LIGURIAVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlVALLI_E_LITORALE_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_20_link_0
BORGHI BORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlBORGHI_LIGURIA_TREKKING.htmlshapeimage_21_link_0

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/enrico_bottino_Photo_LIGURIA.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_22_link_0
PHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.html
http://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.html

IMMAGINIPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_25_link_0

E. BOTTINOhttp://www.icoloridellaliguria.it/www.icoloridellaliguria.it/ENRICO_BOTTINO.htmlPHOTOGALLERY/PHOTOGALLERY.htmlshapeimage_26_link_0
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguria
NEWSLETTERmailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Desidero%20ricevere%20le%20newsletter%20di%20Trekking%20in%20Liguriamailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_28_link_0
MONTI 
LIGURIALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlALTA_VIA_MONTI_LIGURI.htmlshapeimage_29_link_0shapeimage_29_link_1
AVALTA_VIA_MONTI_LIGURI.html
mailto:enrico.bottino@libero.it?subject=Contatti%20con%20Trekking%20in%20Liguria

CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTImailto:enrico.bottino@libero.it?subject=CONTATTIshapeimage_32_link_0

IN VETRINA: MONTEBRUNO E IL MUSEO CONTADINO

Il santuario di Nostra Signora di Montebruno è il monumento storico-artistico più importante della Val Trebbia, in territorio ligure. Nei locali del convento dei monaci Agostiniani si può ammirare la mostra permanente del “Sacro in val Trebbia” e il Museo della Cultura Contadina dell’Alta Val Trebbia, diviso nelle sezioni dedicate all’artigianato del passato, ai cicli agricoli lavorativi, alla stalla e cucina. Il ponte dei Doria a quattro arcate, testimonia l’importanza avuta da Montebruno come luogo di transito commerciale del fondovalle, lungo l’antico tracciato viario che collegava l’alta Val Fontanabuona con la Val d’Aveto.


IN VETRINA: GORRETO

Al confine con il Piacentino, l’abitato di Gorreto conserva ancora le sembianze fortificate di feudo dei Malaspina. Segni tangibili del suo passato si leggono nel seicentesco Palazzo Centurione, dalle sembianze genovesi per il paramento a bande chiare e scure. Un complesso dall’eccezionale valore civile e religioso è l’area cimiteriale della millenaria Chiesa di Santo Stefano, a Fontanarossa. Anche Alpe e Varni, esempi autentici di architettura montana, affacciati sulla valle del Terenzone, restano muti testimoni di secoli e secoli di storia.